Sorelle Rivoltini

· ricetta originale dal 1940 ·

zafferano come oro

Lo zafferano...

Questa antichissima spezia, originaria dell'Altopiano Anatolico-Persiano, diffusa in tutta l'area del Mediterraneo e anche in territori più distanti dalle coste (Bonvesin de la Riva, nel suo “De Magnalibus Urbis Mediolani" del 1288, ne cita l'utilizzo e la coltivazione in Lombardia) ha conservato fino ad oggi la propria immagine preziosa e raffinata.

Martino da Como, Maestro di Cucina già al servizio di Francesco Sforza, signore di Milano nel XV secolo e artefice della diffusione dello zafferano nei paesi del Nord-Europa, lo impiega in moltissime sue preparazioni e, nel "Liber de Arte Coquinaria", ne raccomanda l'uso, oltre che per l'inconfondibile sapore, anche e soprattutto "...per donar colore d'oro alle vivande..."

E' questa la variante cromatica più apprezzata dai cuochi medievali e rinascimentali: il colore dell'oro! 

Il colore dell'eternità, della felicità... il colore del sole e, assieme all'azzurro del mare, il colore del Mediterraneo!

Il Mediterraneo...con la propria ricchezza di civiltà e di storia, di cultura, d'arte, di musica...di popoli, di viaggi, di commerci...
di tradizioni e di cucina...di aromi, di profumi, di mandorle, di spezie...